Home » Patenti e Certificazioni

Patenti e Certificazioni

La Patente di Guida

Mi sento spesso rivolgere le seguenti domande: "Con il mio difetto di vista ho l'obbligo degli occhiali durante la guida?"; i portatori di occhiali si chiedono spesso: "Posso portare indifferentemente gli occhiali e le lenti a contatto?", oppure: "Sono stato operato per correggere il mio difetto di vista, posso togliere l'obbligo-lenti dalla patente di guida?", e ancora, "Come mai sulle nuove patenti, non c'è più scritto: guida con lenti?". Sono tutte domande a cui cercheremo di dare una risposta. 

Comincio subito col precisare che tutto ciò che riguarda l'idoneità alla guida ed i requisiti psicofisici per ottenerla sono delineati con precisione sul Codice della Strada, che potrai consultare cliccando qui sotto.

ATTENZIONE: Il Codice della Strada è stato modificato nel 2010!

Attenzione, però: ho parlato di requisiti psico-fisici, e quindi non solo della vista! Mi è capitato spesso di visitare persone che, pur vedendoci benissimo, avevano altri gravi problemi di salute o invalidità tali da non poter essere giudicate idonee alla guida; quindi:

non basta vedere bene per essere idonei alla

guida degli autoveicoli!
Nuovo Codice Nuovo Codice [626 Kb]

quali sono le categorie di patente di guida?


Il 30 aprile 2011 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99,
il Decreto Legislativo n. 59 del 18 aprile 2011,
Attuazione delle Direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE, concernenti la patente di guida.

Il 09.02.12 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto semplificazioni 


Come è sicuramente noto, sono molte le categorie di patente previste dal nostro Codice della Strada. Ognuna di esse abilita alla guida di particolari veicoli, con una particolare fascia di età prevista e, come vedremo, diversi sono i requisiti visivi per il loro possesso. Cerchiamo, in maniera semplice, di esaminarle insieme; ti ricordo che per approfondimenti e dettagli puoi fare riferimento al Codice della Strada cliccando sull'icona qui in alto. 

La patente AM  abilita alla guida, tra l'altro, di ciclomotori fino a 50 cc.
La patente A è quella che abilita tra l'altro alla guida delle moto (per  le moto fino a 125 cc parliamo di patente A1).
Con la patente B possiamo guidare moto fino a 125 cc., auto con al massimo 9 posti compreso il conducente e piccoli autocarri con massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 tonnellate.
Con la patente C, oltre quanto previsto dalla patente B, possiamo guidare automezzi per il trasporto di cose (quindi non di persone) anche oltre le 3,5 tonnellate.
Chi ha la patente D è autorizzato a condurre, oltre quanto previsto per le patenti B e C, anche automezzi con oltre le 9 persone a bordo (autobus).
Infine, la
patente E viene associata alle patenti B, C, D; pertanto la BE abilita alla guida di autoveicoli con traino di un rimorchio non leggero, la CE di autocarri con rimorchi non leggeri (autotreni e autoarticolati), la DE mezzi del tipo D con rimorchi non leggeri (autosnodati).

Appare subito chiaro che guidare veicoli di tipo diverso comporta diverse responsabilità e, come vedremo, differenti requisiti fisici; inoltre, proprio a causa della diversa tipologia di impegno fisico e psichico, la legge prevede scadenze diverse a seconda del tipo di patente e dell'età. 

Ho pertanto preparato una tabella che può esserti utile per rispondere alla domanda: "Quando scade la mia patente e per quanto tempo potrò mantenerla?" che puoi visualizzare cliccando qui sotto. Cerca innanzitutto la categoria della tua patente, poi cerca la colonna con la tua età al momento del rinnovo: potrai quindi leggere la durata di validità della patente. 

quali sono i requisiti per l'idoneita' alla guida?


Mi auguro di non offendere o scandalizzare nessuno con questa affermazione: 

"Per conseguire o rinnovare la patente bisogna

essere visitati da un medico!!!"
.

 
In particolare, se devi prendere la patente di guida A, B, C, D, E, in base alle nuove norme del Codice della Strada, devi prima procurarti un certificato anamnestico dal tuo Medico di Famiglia (lo stampato puoi scaricarlo dal link in basso).

Pertanto, se hai bisogno di prendere la patente, duplicarla perchè l'hai smarrita, o perchè si è deteriorata, o rinnovarla perchè è scaduta, ti serve assolutamente un certificato medico che io posso rilasciarti, ma solo se hai i requisiti fisici che ti permettono di essere giudicato IDONEO.

Se hai grosse patologie o invalidità civili o per lavoro, o percepisci l'indennità di accompagnamento, o hai gravi problemi di vista, potresti non avere tali requisiti; all'atto della visita medica mi racconterai tutti gli eventuali tuoi problemi di salute e mi firmerai un'autocertificazione in cui mi dichiarerai l'assenza di patologie importanti.
  
Ma quali sono questi requisiti? Rimando al Codice della Strada (vedi sopra), all'articolo 119 per la trattazione dettagliata di essi; per il momento basti ricordare che il suddetto articolo fissa delle norme di principio per l'idoneità alla guida; innanzitutto chi guida deve garantire la sicurezza sua e degli altri: 
... Non può ottenere la patente di guida o l'autorizzazione ad esercitarsi alla guida ... chi sia affetto da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione psichica, anatomica o funzionale tale da impedire di condurre con sicurezza veicoli a motore. ...

E i diabetici?
...  L'accertamento dei requisiti psichici e fisici nei confronti dei soggetti affetti da diabete per il conseguimento, la revisione o la conferma delle patenti di categoria A, B, BE e sottocategorie, è effettuato dai medici specialisti nell'area della diabetologia e malattie del ricambio dell'unità sanitaria locale...

Non tutte le persone possono essere visitate da me per ottenere l'idoneità alla guida, ma, in alcuni casi (alcuni invalidi, persone che vogliono mantenere la patente C, D, E pur avendo superato i limiti di età, coloro a cui è stata prescritta visita di revisiè necessaria una visita presso apposite Commissioni provinciali. Ma chi deve fare la visita presso queste Commissioni? 
..  L'accertamento dei requisiti fisici e psichici è effettuato da commissioni mediche locali costituite in ogni provincia presso le unità sanitarie locali del capoluogo di provincia, nei riguardi:
 
 
a) dei mutilati e minorati fisici. ... 
 
 
b) di coloro che abbiano superato i sessantacinque anni di età ed abbiano titolo a guidare autocarri di massa complessiva, a pieno carico, superiore a 3,5 t, autotreni ed autoarticolati, adibiti al trasporto di cose, la cui massa complessiva, a pieno carico, non sia superiore a 20 t, macchine operatrici;
 
 
c) di coloro per i quali è fatta richiesta dal prefetto o dall'ufficio provinciale del D.T.T.;
 
 
d) di coloro nei confronti dei quali l'esito degli accertamenti clinici, strumentali e di laboratorio faccia sorgere al medico ...  dubbi circa l'idoneità e la sicurezza della guida;
 
 
d-bis) dei soggetti affetti da diabete per il conseguimento, la revisione o la conferma delle patenti C, D, CE, DE e sottocategorie. 
 
 
Quindi, ti invito a prestare particolare attenzione a verificare che tu non appartenga a nessuna di queste categorie prima di prenotarti per la visita medica.



Nel Decreto Legislativo 59/2011, (lo puoi scaricare cliccando qui sotto), sono stabiliti, tra l'altro, i requisiti fisici e psichici per conseguire e confermare le patenti di guida; per semplicità di esposizione tratterò solo quelli di pertinenza oculistica, rimandando, per gli approfondimenti, al link qui sotto e a molte altre risorse disponibili sul web.

Innanzitutto va precisato che per il conseguimento e il rinnovo di validità della patente di guida di qualsiasi categoria è necessario possedere buoni requisiti per quanto riguarda vari parametri strettamente specialistici: campo visivo, sensibilità all'abbagliamento, tempo di recupero all'abbagliamento, visione crepuscolare, sensibilità al contrasto.

Per il conseguimento o il rinnovo della patente di guida delle
categorie A e B
occorre possedere un'acutezza visiva non inferiore ai sette decimi complessivi con non meno di due decimi per l'occhio che vede di meno, (quindi, ad esempio, sono idoneo se vedo 4 decimi a un occhio e 3 decimi all'altro, 5 decimi a un occhio e 2 decimi all'altro, ma non sono idoneo se vedo 6 decimi a un occhio e 1 decimo all'altro). Posso utilizzare gli occhiali se non raggiungo tali limiti ed ottenere l'idoneità alla patente, magari con obbligo lenti? Certamente, ma la correzione, siano occhiali o lenti a contatto, deve essere ben tollerata. Per chi porta protesi o ha un solo occhio funzionante, è necessario che si raggiunga, con o senza lenti,  almeno 8 decimi.

Per quanto riguarda la patente di guida C, D, E occorre possedere un'acutezza visiva pari ad almeno dodici decimi complessivi con non meno di quattro decimi nell'occhio che vede di meno, (questo significa che se vedo 8/10 in un occhio e 4/10 in un altro posso avere la patente C, D, E senza alcun obbligo di occhiali; non mi sarà possibile avere tali patenti se vedo 9/10 in un occhio e 3/10 in un altro (anche se, come abbiamo visto, in questo caso sarei idoneo per una patente di tipo B). Se non raggiungo tali parametri posso portare occhiali non superiori alle 8 diottrie complessive per occhio o lenti a contatto con potere superior, purchè sia ben tollerate.

Se hai una patente in formato cartaceo, le più vecchie per intenderci, in caso di obbligo di guida con gli occhiali, sarà indicata la scritta "GUIDA CON LENTI"; se, invece hai una patente più recente, quelle in formato "carta di credito", apparirà sul retro, in basso a sinistra, solo un codice "01", per cui attenzione: 01 equivale a guida con lenti!
 
 
Decreto 59/2011 Decreto 59/2011 [195 Kb]

come posso rinnovare la mia patente?

Ti consiglio di verificare dalla tabella Categorie patenti precedente se la categoria di patente da te posseduta è compatibile con la tua età; (ad esempio, se hai compiuto 65 anni non potrai rinnovare presso il mio studio la patente C, ma dovrai scegliere tra il rinnovo presso la Commissione Provinciale o, in alternativa, il passaggio da patente C a patente B; in questo ultimo caso il mio compito è limitato al certificato medico, ma il prosieguo della pratica verrà fatto presso gli appositi uffici della Motorizzazione Civile).

Per ottenere il Certificato di idoneità al duplicato oppure, se devi prendere la patente per la prima volta, per il conseguimento di patente basterà
contattarmi  per un appuntamento e portare al momento della visita:
 
  • un certificato anamnestico rilasciato dal tuo medico di famiglia (scaricabile da questo sito), SOLO PER CONSEGUIMENTO DI PATENTE E PER RINNOVO DI PATENTI SUPERIORI
  • un tuo documento di riconoscimento valido,
  • una delle foto formato tessera per la nuova patente,
  • una marca da bolllo da € 16,00.



 
 
Se la tua patente è compatibile con la tua età anagrafica (vedi tabella Categoria patenti sopra), per ottenere il rinnovo della patente di guida puoi contattarmi
per un appuntamento e portare al momento della visita:
  • la tua patente da rinnovare,
  • una ricevuta di versamento di  € 16,00, sul C.C. Postale n. 4028 (lo trovi già prestampato presso gli uffici postali, quindi, aggiungi solo le tue generalità).
  • una ricevuta di versamento di € 10,20 sul C.C. Postale n. 9001 intestato a "Dipartimento Trasporti Terrestri (si trovano già prestampati presso gli uffici postali, quindi basta mettere solo le tue generalità)
  • una foto formato tessera a sfondo chiaro, che ti restituirò subito dopo aver effettuato la scansione
  • un documento di riconoscimento valido
 
In sede di visita, se hai i requisiti psicofisici per l'idoneità alla guida, ti rilascerò una ricevuta che sarà emessa direttamente dal Ministero dei Trasporti in tempo reale che ti abiliterà immediatamente alla circolazione. In caso dovessi essere fermato da Polizia, Carabinieri, Polizia Municipale, ecc., basterà mostrare alle Autorità tale ricevuta e la tua patente in originale e sarai già in regola su tutto il territorio nazionale. Nel giro di pochi giorni, riceverai comodamente a casa tua un'assicurata con una nuova patente. Dovrai quindi provvedere ad eliminare la vecchia patente.
 

Altre certificazioni

Attenzione: Al momento presso il mio studio non possono essre rilasciati certificati per Porto d'Armi, in quanto, in base a recenti sentenze, vanno rilasciati solo presso strutture pubbliche!

 
Capita, di tanto in tanto, che alcune persone hanno necessità del certificato medico per il rilascio o il rinnovo di porto d'armi. Cerchiamo di capire insieme quali aspetti controllare da un punto di vista oculistico. Voglio, però, precisare che la materia è regolamentata dal D.M. 28 aprile 1998, pubblicato sulla   
 
Gazzetta Ufficiale del 22 giugno 1998, n. 143 c
 
he ti invito a leggere per verificare che tu possegga tutti i requisiti previsti dalla Legge.
 
 
L'Articolo 1 regolamenta, tra l'altro, i requisiti per il rilascio o il rinnovo dell'autorizzazione al porto di fucile per uso di caccia e sport e stabilisce che è necessario possedere un'acutezza visiva non inferiore a 8/10 per l'occhio che vede meglio, raggiungibile con lenti sferiche o cilindriche positive o negative di qualsiasi valore diottrico; l'acutezza visiva può essere raggiunta anche con l'adozione di lenti a contatto, anche associate ad occhiali. Anche chi ha un solo occhio è idoneo purchè raggiunga gli 8/10, anche con lenti normali o corneali, o con l'uso di entrambe. Il senso cromatico sufficiente con percezione dei colori fondamentali, accertabile con il test delle matassine colorate.

L'Articolo 2 regolamenta, tra l'altro, i requisiti per il rilascio o il rinnovo dell'autorizzazione al porto d'armi per difesa personale, e stabilisce che è necessario possedere un'acutezza visiva non inferiore a 1/10 per ciascun occhio senza occhiali e acutezza visiva complessiva di 10/10; è ammessa correzione con lenti di 5 diottrie per l'ipermetropia e fino a 10 diottrie per la miopia; l'eventuale differenza tra gli occhi non deve essere superiore a 3 diottrie per l'ipermetropia e a 5 diottrie per la miopia. Per quanto concerne la correzione dell'astigmatismo, non sono ammesse correzioni superiori alle 3 diottrie per l'astigmatismo miopico, alle 2 diottrie per l'astigmatismo ipermetropico e alle 4 diottrie per l'astigmatismo misto. Anche in questo caso, chi ha un solo occhio deve avere una visione minima di 1/10 senza occhiali e di 9/10 con correzione di 5 diottrie per l'ipermetropia e 10 diottrie per la miopia. Il senso cromatico deve essere sufficiente con percezione dei colori fondamentali, accertabile con il test delle matassine colorate.

L'Articolo 3 stabilisce le modalità tecniche per l'accertamento dei requisiti psicofisici.  Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, da compilarsi secondo apposito modello rilasciato dal medico di famiglia di data non anteriore a tre mesi.

Se il tuo medico di famiglia non dovesse avere gli stampati per certificati anamnestici per porto d'armi e patenti puoi scaricarli dal link in basso. 
 







Data ultima modifica 4 gennaio 2016